News

Icef Tokyo 2008

GIOVEDĂŚ 06 MARZO 2008

La manifestazione ICEF, svoltasi presso l’Hotel Kejo Plaza di Tokio, ha evidenziato un forte interesse del mondo studentesco Giapponese verso le realtĂ  formative Italiane presso le quali intraprendere un’esperienza di studio.

Il nostro foyer Eduitalia è stato, infatti, caratterizzato da una continua e puntigliosa richiesta circa le nostre possibilità formative italiane.

La manifestazione, rivolta integralmente al mercato giapponese, è stata caratterizzata dalla presenza di ben 95 diverse organizzazioni di agenti giapponesi, per un totale di 163 agenti intervenuti.

Insieme ad Eduitalia vi erano 73 organizzazioni provenienti da ben 16 nazioni diverse.

Grazie all’organizzazione ICEF, evidentemente interessata al potenziale delle nostre 82 diverse proposte, in ognuna delle borse in dotazione ai 253 partecipanti alla manifestazione, è stata inserita la presentazione ufficiale di Eduitalia. Insieme alla stessa, nelle borse dei soli agenti, è stata anche inserita l’edizione integrale della nostra guida. Tale visibilità ha determinato che, al di là degli appuntamenti prefissati sulla nostra schedule on-line, vi sia stato un continuo avvicendarsi al nostro foyer.

Gli agenti intervenuti hanno apprezzato la presenza delle diverse opportunità formative presenti nella guida, in quanto, a detta degli stessi, ciò permetterà di poter evadere le diverse richieste che provengono dai loro studenti. Profondi conoscitori dell’Italia, hanno altresì apprezzato la possibilità di avere diverse località nelle quali poter inviare i loro studenti.

La necessità di creare un “solido ponte informativo” tra Italia e Giappone è stato confermato dall’interesse della nostra Ambasciata che ha apprezzato le varie offerte formative degli associati Eduitalia.

Eduitalia ha avuto un doppio incontro con la rappresentanza diplomatica italiana. Abbiamo approfondito le tematiche dello Study Abroad dapprima in un incontro congiunto con il Ministro Consigliere Dott. Amati, l’addetto alla cultura Professore Corrado Molteni e l’addetto scientifico Dott. Michele Mieli. Con gli stessi abbiamo discusso sulle modalità di azione per il concretizzarsi di una maggiore fluidità di movimento studentesco tra il Giappone e l’Italia.

In un secondo incontro abbiamo avviato il dialogo anche con il Console Dott.ssa Sgarbi al fine di risolvere i problemi burocratici che incontrano gli studenti giapponesi. Apprezzamento è stato manifestato dal Console per il servizio che Eduitalia offre agli studenti stranieri riguardo il disbrigo della pratica del permesso di soggiorno. Le procedure per l’ottenimento dello stesso spesso si rivelano fonte di difficoltà per gli studenti giapponesi impegnati in tale adempimento burocratico.

Dal dialogo con le realtà giapponesi Eduitalia diviene consapevole di un nuovo obiettivo che è preminente avviare con il Governo Italiano.

Infatti, a conferma di un amore verso le realtà italiane, succede spesso che lo studente giapponese voglia prolungare in Italia la sua esperienza di studio ma si imbatta in barriere burocratiche che lo obbligano a rientrare in Giappone per presentare la documentazione idonea. Eduitalia considera tale problema una realtà che il nostro governo deve superare. Spingeremo infatti verso una sensibilità istituzionale che permetta canali privilegiati per chi studente decida di voler rimanere e prolungare la propria esperienza di studio nel nostro Belpaese. Siamo sempre più consapevoli che una maggiore sensibilità istituzionale verso lo Study Abroad sia di beneficio non soltanto per Eduitalia e delle sue realtà formative, ma per l’intero sistema economico-culturale.

Ed ora, sempre nel nostro essere Sol Levante per l’incoming studentesco delle nostre scuole/Università, mancano due settimane al nostro prossimo appuntamento: Il Nectfl di New York.

Come sapete, dopo essere stati selezionati dal consolato Italiano di New York, presenteremo in forma compatta l’offerta formativa Eduitalia all’interno della sezione di fiera denominata “Viale Italia”.


» «