Eduitalia » Member Area » News » Eduitalia in Brasile: una serie di eventi a favore della visibilit√† del sistema Study Abroad italiano.
News

Eduitalia in Brasile: una serie di eventi a favore della visibilità del sistema Study Abroad italiano.

Diversi gli eventi che hanno caratterizzato la presenza di Eduitalia impegnata a promuovere in Brasile i corsi degli Istituti Associati.

Oltre alla partecipazione al Salao do Estudante, si sono infatti susseguite una serie di importanti iniziative in collaborazione con il Consolato e l’ Istituto Italiano di Cultura di San Paolo.

Di seguito il resoconto:

A)     La partecipazione di Eduitalia al Salao do Estudante

Un flusso imponente di visitatori, trasformatosi in¬†“un assalto informativo” al nostro stand, ha caratterizzato la due giorni del Salao do Estudante; centinaia gli utenti che hanno chiesto informazioni e ricevuto materiale informativo presso il nostro stand.

Se in termini di reali contatti saranno gli Istituti Associati a segnalare quanto conseguente a questi due giorni di fiera, la consapevolezza è quella di avere dato avvio ad un necessario sistemico processo di informazione sulle destinazioni di studio presenti in Italia.

Numerosi i sistemi nazioni stranieri presenti in fiera; una massiccia presenza di realtà estere (tra le quali si segnalano prevalentemente realtà formative provenienti dal Canada, Cina, Inghilterra e Stati Uniti) tutte interessate ad un Brasile in forte crescita economica e con un alto tasso di popolazione giovanile;  365.000 la stima degli studenti abroad nel 2011 (1).

B) Gli eventi istituzionali realizzatesi in collaborazione con la Rappresentanza Consolare Italiana:


  • la tavola rotonda sul Visto per¬† Motivo di Studio

Di grande valenza la tavola rotonda tenutasi presso l’Istituto Italiano di Cultura di San Paolo sul “Visto per Motivo di Studio” .

Insieme all’efficiente Funzionario dell’Ufficio Visti Dott. Gianluca Cherichetti,¬† l’Addetto Culturale Prof. Claudio D’Agostini, il Dirigente Scolastico del Consolato Italiano Augusto Bellon, la Presidente dell’Associazione ASILS Francesca Romana Memoli si √® discusso di ogni singolo aspetto legato al Visto per Motivo di Studio che ricordiamo per i brasiliani essere obbligatorio nella ipotesi di soggiorni superiori ai 90 gg (cosiddetto visto di tipo D)¬†(2).

Confermata la massima apertura nei confronti delle richieste Visto per Motivo di Studio che vengono concessi senza pregiudiziali ogni qualvolta ritenuta reale la volont√† di frequentare un corso di studio da parte del singolo richiedente. Un’ampia analisi √® stata quindi incentrata sulla disamina del¬† principio di coerenza, sui diversi requisiti posti dalla normativa con utili¬† indicazioni anche in relazione all’obbligatoria assicurazione sanitaria¬†(3).


  • la presentazione di Eduitalia presso l’Istituto Italiano di Cultura

Eduitalia, tramite delle slides in portoghese proiettate in maxi schermo, ha presentato al pubblico intervenuto il panorama delle offerte formative offerte dagli Istituti Associati; numeroso il materiale informativo lasciato all’IIC.

L’importanza √® quella di aver fornito un orientamento sulle opzioni di studio in Italia in una citt√† quale San Paolo che si caratterizza per la numerosa presenza di oriundi italiani (la stima si assesta intorno ai 6 milioni). L’obbiettivo √® quello di un effetto passaparola che potrebbe avere importanti riscontri in termini di visibilit√†.


  • l’incontro della delegazione Eduitalia con il Console Generale

Nella sede del Consolato Italiano di San Paolo, la delegazione Eduitalia ha avuto l’onore di essere accolta dal Console Generale Italiano a San Paolo Ministro Marsili, il quale ci ha ricevuto insieme al Dirigente Scolastico del Consolato Augusto Bellon.

√ą stata espressa soddisfazione per il riscontro ottenuto al Salao do Estudante e per aver contributo a promuovere il sistema Italia.


Un caro saluto.


(1)  42.5% of the Brazilian population is under 25 years old;   33.5% of the Brazilian population is under 19.

Estimated that over 365,000 students travelled abroad for overseas study in 2011 ( fonte bmimedia.net).

(2) Ricordiamo come il Brasile sia parte di quel gruppo di nazioni per le quali √® stato abolito dal settembre 2010 l’obbligo del visto studio per soggiorni inferiori ai 90 gg. Per maggiori approfondimenti rimandiamo alla newsletter pubblicata sul sito di Eduitalia dal titolo “Esenzione dall’obbligo del Visto per soggiorni-studio inferiori ai 90 giorni” con la quale notiziammo della¬† straordinaria notizia con la quale il Ministero degli Affari Esteri di concerto con il Ministero degli Interni aboli√¨ il visto studio per periodi inferiori ai 90 gg.

(3) In merito alla assicurazione sanitaria segnaliamo come alla domanda:¬†“Voi cosa suggerite?” Risposta: “Esiste una doppia opzione: se il soggetto √® contribuente dell’equivalente nostro SSN, pu√≤ richiedere al Ministero della Salute locale, il I-B2, che permette di avere la garanzia dell’assistenza medica di base. Questa per noi √® sufficiente”. L’alternativa √® stipulare un’assicurazione privata con copertura Schengen ‚ā¨ 30.000,00. L’importante √® la dimostrabilit√† della polizza con relative scadenze in evidenza a copertura di tutta la durata del corso. Non sono accettate polizze “aperte” ossia con data inizio, rinnovabili di anno in anno, ma senza una scadenza riportata
(4) Si rammenta la comunicazione con la quale nel luglio 2010 il Centro Visti del MAE inform√≤ l’intera rete Consolare di Eduitalia come uno degli interlocutori¬†di riferimento per supportare la Rete Consolare ogni qual volta di necessit√†…sono noti i diversi casi legati al visto studio risolti in questi anni).


» «