News

Eduitalia alla Weba di Losone

MARTEDÌ 04 MARZO 2008

Nella cittadina svizzera di Losone, situata nel distretto di Locarno nel Canton Ticino, ha avuto luogo la dinamica manifestazione Weba nella quale Eduitalia è stata partecipe a favore dei suoi istituti associati.

Eduitalia si è relazionata con educatori ed agenti provenienti principalmente dall’Europa, dalla Federazione Russa e dalla Turchia, anche se non sono mancate presenze interessate di agenti di altre nazionalità.

Prima dell’inizio degli appuntamenti abbiamo avuto la possibilità di presentare Eduitalia nell’auditorium della sala conferenze. Le nostre immagini proiettate sul maxischermo, accompagnate dalla descrizione della mission di Eduitalia, hanno fatto da calamita ai nostri successivi incontri. Alle 25 richieste di appuntamenti già fissati in precedenza sulla schedule on-line di Eduitalia, si sono in effetti aggiunte molti altri da parte degli agenti che hanno partecipato alla presentazione.
Anche nel corso di tale manifestazione abbiamo distribuito sia la nostra guida sia il materiale delle scuole che hanno inteso avvalersi di questo servizio. La presentazione dettagliata di Eduitalia ha suscitato diverse domande sulle opportunità offerte agli studenti dalle nostre realtà formative. Tali contatti, già disponibili per gli associati iscritti nell’area riservata del nostro sito, evidenziano sempre di più le potenzialità dei nostri corsi.

Emerge, purtroppo ancora una volta, il problema legato al rilascio del visto per motivi di studio. In tal senso ci sono giunte delle lamentele soprattutto dagli operatori della Federazione Russa che continuano ad imbattersi nelle barriere burocratiche dei nostri consolati. Come già da noi constatato, questi ostacoli penalizzano il nostro sistema Italia e a trarne vantaggio sono le nazioni più sensibili al fenomeno dello Study Abroad.

Esse sono state, infatti, capaci di trovare il giusto equilibrio tra il non disperdere l’enorme patrimonio economico-culturale legato al movimento studentesco internazionale e i possibili problemi di immigrazione clandestina.

Eduitalia è convinta che le nostre istituzioni debbano impegnarsi maggiormente per facilitare la concessione del visto studio a coloro i quali sono in possesso dei requisiti richiesti dalla legge. Per tale ragione, fermo restando l’obiettivo di perseverare nel fare conoscere sempre di più all’estero le offerte formative delle nostre scuole/Università, continueremo nella ricerca del dialogo istituzionale con lo scopo di snellire la pesante e retrograda burocrazia esistente.

Sentendoci rafforzati dai dialoghi con le rappresentanze diplomatiche degli Emirati Arabi, della Spagna e degli Stati Uniti, nonché con i nostri ministeri competenti, persisteremo nell’ avviare le migliori relazioni istituzionali possibili affinché si dia la riconosciuta legittimità al sistema Italia di istruzione che portiamo avanti e che, sempre di più, alla luce soprattutto delle richieste estere, merita una maggiore visibilità.


» «